Restyle in attacco per gli orobici

Sette giocatori offensivi: Zapata, Barrow, Gomez, Ilicic, Tumminello, Petagna e Cornelius. Seppure tappe dispendiose – campionato,  Coppa Italia ed Europa League- non possono far riflettere l’Atalanta sul numero elevato di giocatori in attacco. Con l’arrivo di Zapata il posto da punta centrale è stato ricoperto, visto anche l’esborso economico elevato dell’operazione. Ilicic, Petagna e Cornelius rischiano di rimanere in panchina. Per lo sloveno c’è il veto di Percassi (con il modulo 3-4-3 a Ilicic verrebbe data carta bianca di spaziare su tutto il fornte d’attacco) per una sua partenza, quindi il rischio riguarda solo Petagna e Cornelius, con Barrow giudicato anch’esso incedibile insieme a Gomez per via del rendimento esaltante della scorsa stagione. L’Atalanta potrebbe privarsi dei due giganti d’attacco, senza pensarci troppo, offerte permettendo.

Petagna-Cornelius, da tandem in attacco a partenti

Spesso nel corso della stagione 2017/2018 abbiamo assistito al subentrare del danese ai danni di Petagna, raramente il contrario. Da quest’anno, però, potremmo sorpenderci nel non vedere i due attaccanti insieme. L’italiano potrebbe finire in prestito alla SPAL che si è mossa velocemente dopo l’addio di Borriello, già dimenticato dall’ambiente. Il giocatore, però, sembra restio ad accettare la proposta del club di Ferrara e starebbe aspettando proposte più allettanti. Ecco, allora, quella del Southampton che proverebbe a strapparlo all’Atalanta per circa 10 mln di euro. Discorso diverso per Cornelius, qualche corteggiamento timido dall’estero, ma voci più insistenti da Udine, dove il nuovo tecnico in caso di addio di Lasagna, corteggiato dal Bologna, avrebbe in mente di portare il “vichingo” in Friuli. Il valzer delle punte è appena cominciato, si cerca di capire quale si muoverà per prima e troverà una sistemazione. Il resto sarà il classico effetto domino.

 

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI