L’intensa liaison tra Alejandro Gomez e l’Atalanta potrebbe presto terminare.

Sul Papu è infatti piombata nelle ultime ore la Lazio, alla ricerca di degno un sostituto di Felipe Anderson, ceduto al West Ham per 38 milioni di euro più bonus.

Durante l’incontro avvenuto negli scorsi giorni ad Auronzo di Cadore tra il tecnico biancoceleste Inzaghi e il ds Tare si è deciso di fare un tentativo per l’argentino nerazzurro classe ’88, considerato l’obiettivo numero uno, con il tedesco Schürrle e il brasiliano Luan prime alternative sullo sfondo.

La Lazio è disposta ad offrire una cifra vicina ai 10 milioni di euro più eventuali 2 di bonus, ma il club bergamasco ne chiede almeno 15 per convincersi ad accettare le avances nei confronti del beniamino dei suoi tifosi.

L’ex Catania e Metalist Kharkiv ha confessato sin dalla scorsa estate la sua intenzione di provare a fare il salto di qualità il prima possibile, trasferendosi magari in un top club. Un anno fa c’era su di lui il Milan, adesso invece il club capitolino, ma l’ostacolo sembra essere sempre lo stesso, ovvero l’ingaggio richiesto dal nativo di Buenos Aires: 2 milioni netti a stagione.

Al momento la trattativa non è ancora decollata ufficialmente, ma qualora il Papu dovesse lasciare Bergamo, mister Gasperini pare aver già in mente il nome del suo sostituto, che ha stessa età e stessa nazionalità di Gomez.

Si tratta di Diego Perotti, che milita nella Roma dal 2016 ma che probabilmente avrà poco spazio durante la prossima stagione, vista la folta concorrenza creatasi nell’attacco giallorosso con gli arrivi di Kluivert e Coric e con l’esplosione del turco Cengiz Ünder, atteso alla stagione della consacrazione e che quindi si presenterà ai nastri di partenza del prossimo campionato con i gradi da titolare.

Atalanta, Roma e Lazio, dunque, coinvolte in un triangolo di mercato ad alta quota pronto a  prendere forma nei prossimi giorni, che con ogni probabilità saranno quelli in cui piazzare i colpi decisivi per le sorti della nuova stagione.

Giuseppe Lopinto