Intervenuto ai microfoni di Premium Sport, poco prima della gara contro l’Inter, il direttore generale dell’Atalanta, Umberto Marino, ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo la gara di stasera, l’ex-atalantino Roberto Gagliardini e il suo attuale sostituto, Bryan Cristante.

“Stasera è un appuntamento importante, per noi un classico e teniamo a fare bene. Giovedì però è un appuntamento altrettanto importante in Europa per la qualificazione. Speriamo di non ripetere una gara come l’anno scorso, scordiamoci di quella domenica e giochiamo con le nostre caratteristiche e la voglia di far bene, come la filosofia che ha impresso l’allenatore. Più che di stanchezza fisica direi quella psicologica: giocando ogni tre giorni quella può capitare. Siamo una delle squadre che corre di più e non credo nel calo fisico. Una squadra giovane come la nostra può avere cali di tensione. Il Papu ci tiene tantissimo a far bene con noi, sia in campionato che in Europa, una vetrina che gli ha permesso di vestire anche la maglia dell’Argentina. Noi speriamo che possa essere convocato per il Mondiale. Cristante e Gagliardini sono due giovani: il secondo veniva dal nostro settore giovanile, il primo sembrava già perso nonostante giovane. Bravo Gasp a motivarlo e fargli credere nei suoi mezzi. Lo riscatteremo ma parlare di mercato adesso è prematuro. Per noi sarebbe fantastico proseguire il percorso in coppa, questo è l’obiettivo.”

Come vi avevamo anticipato giovedì, quindi, i bergamaschi riscatteranno dal Benfica il centrocampista cresciuto nel settore giovanile del Milan.  Vedremo, poi, se la Juventus si farà avanti…

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI