Il vice di Guardiola è molto apprezzato dalla dirigenza dei Gunners

E’ Mikel Arteta il candidato numero uno a sostituire Arsene Wenger sulla panchina dell’Arsenal. L’attuale assistente di Pep Guardiola al Manchester City e centrocampista dello stesso club londinese dal 2011 al 2016 sarebbe il prescelto dell’ad Ivan Gazidis e di Kroenke, e, non di secondaria importanza, godrebbe della stima di tutti i calciatori della rosa.

Arteta ha ricevuto il benestare dallo stesso Guardiola, a riprova del fatto che la trattativa tra le parti è oramai entrata nel vivo:“Se rimarrà, sarò l’uomo più felice del mondo – ha detto il tecnico dopo la vittoria per 1-0 sul Southampton – Ma se deciderà di andar via perché ha in mano quest’offerta, non sarò certo io a dirgli ‘no, non puoi’. Io voglio sempre il meglio per i miei amici, e lui lo è. Se deciderà di andar via ciò mi rattristerà, ma capirò la sua scelta. Si tratta della sua carriera, della sua vita, della sua famiglia”.

Dunque, dopo molti nomi illustri usciti nelle ultime settimane, la dirigenza dell’Arsenal avrebbe convenuto su Arteta. Tra i papabili ricordiamo Massimiliano Allegri, che resterà quasi sicuramente alla Juventus, Emery, che appena licenziato dal Psg dovrebbe ritornare in Spagna, e Carlo Ancelotti, che è seguito dal Napoli. Non ultimo Luis Enrique, che sembrava essere in vantaggio ma a cui gli è stato preferito evidentemente Arteta.

Lascerà l’Arsenal, invece, un membro dello staff medico: Colin Lewin, fisioterapista in carica da 23 anni. Il suo licenziamento, da quanto filtra, avrebbe scombussolato un po’ l’ambiente, con i calciatori rimasti molto delusi da questa decisione.

a cura di Antonio Alicastro