Squadra che tocca, squadra che perde: tutte le ‘gufate’ di Griezmann

Tutti abbiamo quel parente o quell’amico che, quando si dice sicuro di qualcosa, fa sì che quella stessa cosa non si verifichi… (Se proprio non ti viene in mente nessuno, è probabile che quella persona sia tu).

Facciamo un esempio. Giornata tranquilla, clima uggioso con piogge sparse. Squilla il telefono:

– “Oi, ci sei per il calcetto stasera?

– “Ciao. Io ci sarei anche, ma sta piovendo ed il tempo non sembra promettere bene…

– “Chi te l’ha detto? Entro stasera, smette: parola mia!

Salvo poi andare al campo e doversi attrezzare per una partita di pallanuoto più che di calcio a 5.

Ecco, noi italiani ci riferiamo a quel genere di persona con il termine “gufo”. In Spagna, invece, si è da poco adottato il nome “Griezmann” (sì, il calciatore) per indicare tale categoria.

Il motivo? Beh, mettetevi comodi…

Anno: 2017. Luogo: Houston, Texas. Gli Atlanta Falcons affrontano i New England Patriots nell’attesissimo incontro valevole per la vittoria del Super Bowl. Al termine del terzo quarto, i Falcons sono avanti per 28 a 3. Il punteggio può dunque considerarsi in cassaforte, quasi come se una squadra di calcio fosse avanti 3-0 al 70′.

Quel tweet galeotto…

Nello stesso momento, su Twitter, compare un cinguettio: “Troppo facile, Falcons!“. Chi lo scrive non è un tifoso qualunque, bensì – indovinate un po’ – proprio il buon Antoine.

È proprio lì che accade l’incredibile: i Patriots si risvegliano e danno vita ad una delle rimonte più clamorose della storia. È 28-34 il risultato finale.

Ma dai, sarà un caso!“, direte voi. Andiamo avanti…

UruguayBrasile, partita di qualificazione per il Mondiale 2018. Griezmann, auto-definendosi per metà uruguagio (data la sua amicizia con molti componenti della Celeste), si dichiara più volte simpatizzante per la squadra sudamericana. Prima della partita, ancora su Twitter, si esprime così: ”Vamooooo Uruguay!”. Il risultato? Brasile trionfante per 4 reti a 1.

Mica tanto un caso…

Non solo calcio

Ma le Petit Diable non si accontenta. Essendo appassionato di basket, il francese indirizza il suo endorsement anche ai vari giocatori dell’NBA. Guarda caso, però, gli atleti che compaiono nei tweet di Griezmann (Rose, Embiid, Cousins, Hayward e Porzingis) sono tutti protagonisti di infortuni e lesioni.

L’ultimo caso

Nei giorni scorsi, l’attaccante dell’Atletico Madrid, forse ancora inconsapevole di questo suo ”superpotere”, si è recato ad assistere alla finale di ritorno di Copa Libertadores, che ha visto affrontarsi il Boca Juniors e il River Plate. Fin qui, tutto normale, dato che anche molti altri calciatori hanno fatto un salto al Santiago Bernabeu per assistervi. Il punto è che Griezmann l’ha fatto vestendo la maglia del Boca. Inutile dire che a trionfare sono stati gli acerrimi rivali. Un’altra casualità? Chissà…

Ad ogni modo, si scherza. Siamo noi che ci facciamo condizionare troppo dalla scaramanzia. Tuttavia, se al carissimo Griezmann dovesse piacere questo articolo, è gentilmente pregato di tenerselo per sé…

A cura di Samuel Giuliani (9Giuliani)