Dopo sette anni si conclude l’avventura nel principato per Andrea Raggi (credit: Facebook ufficiale Monaco)

Si conclude, dopo sette anni, l’avventura al Monaco per Andrea Raggi. Il difensore italiano, divenuto un idolo nel principato, saluta dopo aver collezionato 230 presenze. La storia del centrale classe 1984 ai monegaschi è iniziata nella stagione 2011/12 con il club in Ligue 2, nel 2013 arrivò la promozione. Raggi si toglierà parecchie soddisfazioni: in particolare la vittoria del campionato, la Ligue 1, nel 2016. Un’impresa considerando l’egemonia del Paris Saint-Germain dall’avvento degli sceicchi. Il triennio 2015-2017 è davvero memorabile e il difensore lo vive da protagonista al centro della difesa: nel 2015 raggiunge i quarti di finale di Champions League, il titolo già accennato l’anno successivo e poi la semifinale di Champions nel 2016/17. Soprannominato il pirata, l’italiano è stato un idolo dei tifosi, ha partecipato all’ascesa del club dalla serie cadetta al titolo dimostrandosi sempre affidabile, roccioso, a difendere la sua porta. Dopo quest’ultima stagione, condita da 11 presenze, il club sui propri canali social ha annunciato il divorzio e oggi, 30 giugno, è l’ultimo giorno da calciatore del Monaco. Il nativo di La Spezia lascia, dunque, Montecarlo e da svincolato ragionerà sul proprio futuro; resta in ogni caso una bellissima avventura, anche piuttosto rara per un calciatore italiano all’estero. Resta la storia di un pirata amatissimo in un Principato.