SUNDERLAND, UNITED KINGDOM - SEPTEMBER 27: Ricardo Alvarez of Sunderland during the Barclays Premier League match between Sunderland and Swansea City at The Stadium of Light on September 27, 2014 in Sunderland, England. (Photo by Ian Horrocks  - Sunderland AFC/Getty Images)

SUNDERLAND, UNITED KINGDOM – SEPTEMBER 27: Ricardo Alvarez of Sunderland 

Finalmente si avvicina la parola fine alla vicenda legata a Ricardo “Maravilla “Alvarez.

Il centrocampista argentino, attualmente in forza alla Sampdoria, è al centro di una vera e propria guerra tra Sunderland e Inter per quanto riguarda il pagamento del suo cartellino. Nell’estate del 2014 gli inglesi acquistarono il giocatore dai nerazzurri in prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza. I patti stipulati al mombetondella firma del contratto sembravano chiari peccato che poi il Sunderland, visti i tanti infortuni del talento argentino, abbia cercato in tutti i modi di evitare di pagare i 10,5 milioni di euro pattuiti al momento della firma del contratto.

Dopo quindi una lunga trafila di sentenze e di ricorsi è arrivata una sentenza di primo grado da parte della Fifa che, stando a quanto riporta il Daily Mail, dovrebbe essere bissata proprio in questi giorni dal Tas di Losanna che andrebbe dunque a confermare la vittoria del club milanese.

Successo importante quello dei nerazzurri che, da un lato, dimostrano la loro correttezza facendo ricadere tutte le colpe sugli inglesi e dall’altro intascano una cifra abbastanza importante( 10 milioni di euro) e riescono così a iscrivere a bilancio una leggera plusvalenza visto che Alvarez venne pagato dai nerazzurri circa 9 milioni di euro.

Filippo Rivani