Il tecnico della Juventus rimane ben saldo sulla panchina:”La decisione l’ho presa lo scorso anno quando ho firmato il rinnovo”

In molti avevano chiesto la sua testa subito la sconfitta contro il Napoli. Giocatori a parte, non gli era stato perdonato l’atteggiamento troppo timoroso nell’affrontare l’avversario. Massimiliano Allegri, però, si è riscattato alla grande ieri sera a San Siro, aldilà delle polemiche arbitrali che ci accompagneranno per molto tempo.

Nonostante le scarse idee di gioco ed una precaria condizione fisica, la Juventus ha rimontato una partita che sembrava ormai chiusa, facendo aumentare le possibilità di permanenza del proprio allenatore, accolto malamente nell’estate 2014 e messo in discussione in questi giorni.

Nella conferenza stampa post Inter-Juve, Allegri ha dichiarato in maniera convinta:La mia decisione l’ho presa al momento della firma del rinnovo di contratto lo scorso anno, quando ho deciso di legarmi a questo club per altri tre anni“.

Il tecnico livornese in molte occasioni durante la stagione ha parlato di stimoli necessari per poter continuare. A dire il vero ciò avvenne molto tempo prima, dopo la dipartita di Cardiff, ed evidentemente questi stimoli devono aver influenzato la sua scelta già in quel frangente, altrimenti perché non separarsi dalla Vecchia Signora?

Dunque, a meno di clamorosi stravolgimenti, il futuro di Allegri sarà ancora a tinte bianconere. Scelta giusta o sbagliata, sarà certamente il campo a decretarlo.

a cura di Antonio Alicastro