Sembra ormai questione di ore l’acquisto di Alexis Sanchez da parte del Manchester City.

Pare sia pronta un’offerta faraonica per convincere il calciatore e l’Arsenal ad accettare il trasferimento durante questa finestra di mercato: si parla di uno stipendio da 13 milioni di euro all’anno per l’ala cilena (più altri 15 al momento della firma) e 20 milioni nelle casse dei Gunners.

L’ex attaccante dell’Udinese ha il contratto in scadenza a luglio 2018 e pare che la squadra londinese abbia deciso di fare cassa, incassando almeno 20 milioni a gennaio piuttosto che perderlo a zero in estate.

Nonostante i frequenti inserimenti di squadre come Bayern Monaco e Psg, il corteggiamento tra Sanchez e il City di Guardiola va avanti da molto tempo e i Citizens, malgrado i disperati tentativi di acquistarlo durante la scorsa estate, non hanno mollato la presa e adesso stanno per piazzare il colpo in entrata più importante del calciomercato invernale della Premier League.

Finora Sanchez ha giocato 21 partite in stagione tra Premier League, Europa League e coppa nazionale inglese, siglando 8 goal in un Arsenal che occupa la sesta posizione in campionato e che ha superato la prima fase dell’Europa League passando ai sedicesimi di finale come prima del girone.

Pare dunque che Guardiola avrà presto un altro pezzo da 90 all’interno del suo roster di attaccanti: oltre ai centravanti Gabriel Jesus (infortunato) e Aguero, Sanchez andrà a rinforzare un reparto già composto da stelle come Sterling, Sanè, De Bruyne e Bernardo Silva.

Giuseppe Lopinto