Si aprono i lavori dell’ Assemblea degli azionisti 2018 con il discorso del Presidente Andrea Agnelli. Caloroso ringraziamento a Marotta.

Ore 10, Allianz Stadium. Andrea Agnelli dà il via all’apertura dei lavori dell’Assemblea degli azionisti 2018. Anno di grandi e forti cambiamenti, secondo il n° 1 bianconero. Parte subito forte, il Presidente, rispondendo con viva voce all’inchiesta della trasmissione TV Report, andata in onda su Rai 3 lunedì scorso.

Caso Report

Signori azionisti, buongiorno a tutti.

Desidero fare in apertura un chiarimento doveroso. Una trasmissione televisiva ha riportato l’attenzione su fatti, acclarati in ogni sede, riguardanti il rapporto di questa Società con il tifo organizzato. La Juventus è stata sanzionata dalla giustizia sportiva essenzialmente per due motivi. Su entrambi è doveroso un chiarimento. Dopo i fatti in questione, la Juventus rispetta alla lettera le procedure di vendita previste e non può consentire che si insinui ancora oggi il dubbio che la nostra Società possa essere associata al fenomeno del bagarinaggio. Alessandro D’Angelo non ha aiutato ad introdurre “striscioni canaglia”, come li definii nelle ore successive a quei fatti e come ribadisco tutt’oggi, sulla tragedia di Superga: lo prova la sentenza della Corte Federale d’Appello del 22 gennaio 2018. Non solo: gli autori di quello striscione furono individuati grazie alle tecnologie messe a disposizione delle forze dell’ordine dalla Juventus, sono stati consegnati alla giustizia e sono rei confessi. Ogni altra affermazione è falsa e infondata, e sarebbe ora che chi si esprime su questa circostanza tenesse conto dei fatti, delle prove e delle sentenze.”

Cambiamenti

Un anno di cambiamenti si diceva. Cita subito tre momenti che lo hanno colpito, guardandosi indietro. Come è cambiata la dedizione che mette la gente della Juventus nel proprio lavoro e quanto questo sia positivo e tangibile per tutti. La finale di Berlino, quando è sceso a premiare i giocatori ed abbracciarli uno per uno. Momento che mi ha permesso di mantenere vivo quel fuoco della passione che serve per raggiungere gli obiettivi prefissati. Ed infine, l’acquisto di Cristiano Ronaldo.
Sapere che il giocatore più forte al mondo sceglie la Juventus, è un motivo di grandissimo orgoglio.

Marotta

Inevitabili anche i riferimenti ai dirigenti uscenti. “Credo che sia doveroso da parte mia un caloroso e affettuoso ringraziamento ai due amministratori delegati uscenti: Aldo Mazzia e Giuseppe Marotta. Parlare di Giuseppe Marotta come professionista del mondo del calcio rischia di essere riduttivo. Sono 40 anni che dirige società professionistiche. La sua carriera è iniziata nel Varese, è passata da Monza, Como, Ravenna, Venezia, dove ha ottenuto la prima vera grande soddisfazione riportando il Venezia in serie A dopo 31 anni. Un passaggio all’Atalanta e poi 8 anni straordinari alla Sampdoria che ha lasciato nel 2010 in Champions League, prima di raggiungere la Juventus. La capacità, l’esperienza, la conoscenza di Marotta sono state fondamentali nella crescita sportiva di questa Società e anche a lui dobbiamo un forte e caloroso abbraccio e un applauso.”

Obiettivi

Il nostro obiettivo sul campo sarà mantenere ciò per cui abbiamo lavorato duramente in questi anni. Ci sarà un duro lavoro anche sulla nuova squadra di quest’anno, l’Under 23. È stato difficile dare un’identità a una squadra che prima non esisteva. Avere dei giocatori pronti per la Prima Squadra può significare la riduzione della rosa di due o tre elementi, con il conseguente risparmio che questo ne comporta.
Ora abbiamo la punta di diamante del settore giovanile e, questo deve essere chiaro dai nostri Under 8 fino alla Prima Squadra, l’obiettivo deve essere vincere.
L’Area Servizi lavorerà all’implementazione di una strategia di governance dell’IT, al fine di supportare la crescita di ricavi e le esigenze dell’Area Sportiva. Contenere i costi per gli oneri finanziari e ridurre il rischio di tensioni finanziarie, fino a proseguire nel miglioramento di tutte le procedure aziendali per aumentare l’efficienza della struttura e contenere la crescita dei costi operativi. Per quanto riguarda l’Area dei Ricavi l’obiettivo è consolidare la Juventus anche come potenza economica e non solo sportiva, del calcio mondiale. Questo significa continuare a crescere in rilevanza nei mercati chiave, Cina, Sudest Asiatico e Stati Uniti, sfruttando l’onda positiva di interesse che si è generata intorno a noi.

Le nomine

Si è quindi deciso, per affrontare le sfide che ci attendono negli anni a venire. Di rinnovare la leadership della Società e di conferire maggiori responsabilità a risorse già presenti in Azienda.
Per quanto riguarda l’Area Sport a Fabio Paratici, per quanto riguarda l’Area dei Servizi a Marco Re e per quanto riguarda l’area dei ricavi a Giorgio Ricci.

Lega, FIGC ed Europa

Un pensiero ai freschi rappresentanti di Lega Serie A e FIGC, Miccichè e Gravina.
Abbiamo due leader nuovi in Lega di A e in Federazione che hanno di fronte a loro una sfida importante: ritrovare e riportare armonia nel calcio italiano. L’auspicio è che i due Presidenti riescano a convergere verso un piano strategico del calcio italiano, che veda attribuita ad ognuna delle sue componenti la propria missione.
Alla fine, anche uno sguardo all’Europa ed ai cambiamenti che la European Club Association, l’UEFA e la FIFA, apporteranno nel triennio ’21-’24. Per quanto riguarda la Champions non cambierà nulla e quindi nel ciclo ‘21-24 manterrà il meccanismo di accesso attuale.
Bisognava definire il meccanismo di accesso dell’Europa League per il triennio.
Si è discusso se avere un’Europa League a 64 squadre o creare una terza competizione.
La scelta è ricaduta sulla creazione della terza competizione che avrà meccanismi di accesso simili.

Saranno anni interessanti, di grande passione. I sacrifici e il grande lavoro che è stato fatto dal 2010 al 2018 non potranno che essere il comun denominatore degli anni a venire. E saranno il grande lavoro e i grandi sacrifici che ci potranno permettere di raggiungere gli obiettivi che ci prefissiamo.

 

A cura di Fabio Casalucci  @FabioCasalucci

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI