Afriyie Acquah sarebbe davvero orientato a un trasferimento in Premier, nonostante le dichiarazioni di ieri. Il centrocampista sarebbe nel mirino del Newcastle di Rafa Benitez, appena tornato in Premier; se partisse, il Torino si muoverebbe per Donsah, regista del Bologna.

Ieri lo stesso giocatore aveva dato l’accordo praticamente per fatto: <<E’ vero>>, ha detto a Ghana Web Tv, <<al 90% andrò in Inghilterra perché penso che là imparerò a cambiare il mio modo di giocare>>. Poi Acquah, vedendo la notizia ripresa da molti organi d’informazione, ha affidato ai social la sua risposta, affermando che non ci fosse alcun accordo con il Newcastle e che fosse dedicato al 100% alla causa torinista, linkando anche un video dell’intervista per dimostrare di essere stato mal compreso. Acquah ha un contratto fino al 2019 con il Torino e per il momento intende rispettarlo. Ma se arrivasse un’offerta dalla Premier sarebbe difficile resistere, anche se non ci fosse il Newcastle dietro le dichiarazioni di ieri.

Il Toro, in caso di partenza, andrebbe a sostituirlo con un altro profilo promettente, quello di Donsah, anche lui ghanese e in rotta con il Bologna: <<Sto pianificando di lasciare>>, ha detto a un evento nel suo Paese, <<nella vita è importante essere felici e ci sono opzioni migliori sul tavolo per il mio futuro>>. Impossibile per meno di 7-8 milioni, ma fattibile. Bisogna battere però la concorrenza di Roma e Fiorentina, anche se i granata hanno dalla loro un preaccordo con l’agente del giocatore, avendolo già chiesto a gennaio.

Acquah, 25 anni, è sbarcato in Italia sette anni fa dal DC United, che lo cedette al Palermo. Un anno in prestito al Parma, poi il passaggio ai tedeschi dell’Hoffenheim per 2,5 milioni; altri due anni in prestito tra Parma e Sampdoria fino all’estate 2015, quando per 3,1 milioni in Torino lo riporta in Italia. Con 22 presenze e 2 reti questa stagione, il suo valore di mercato è circa 2,8 milioni.

Stefano Francescato