Raiola

Raiola show: dopo aver attaccato negli ultimi giorni i rossoneri per il mercato, ora il re indiscusso del mercato stesso, è tornato alla carica parlando della Nazionale, di Ventura e dei prezzi altissimi di questa estate. Ecco cosa ha svelato alla Gazzetta.

SITUAZIONE DONNARUMMA E VENTURA:

Gigio ha dimostrato che la sua volontà è l’aspetto che conta realmente. Ha deciso di rimanere, quindi per il momento lasciamolo tranquillo. Che poi io non creda troppo al progetto del Milan è cosa nota. In nazionale? Non mi nascondo: secondo me sta perdendo l’orientamento, non ci sta capendo più nulla. Si trova nel panico totale, non capisce più quello che sta facendo. Non credo abbia il carattere sufficiente per lanciare un giovane come Donnarumma mettendo da parte un pilastro come Buffon. Inoltre Ventura ha anche altre rogne alle quali pensare. La situazione e le scelte possono cambiare, ogni selezionatore può avere le proprie idee. Essendo l’agente di Donnarumma, sarei ovviamente contento se diventasse il titolare della Nazionale. Non potrei dire il contrario, sarei un ipocrita”.

COSTI FARAONICI DEI CARTELLINI:

Già il Barcellona pagò Neymar tantissimo, con 150-160 milioni nelle casse del Santos. Tra il valore del cartellino e le varie commissioni arrivarono a tanto. Quindi logico che gli spagnoli abbiano fissato una clausola da più di 220 milioni di euro. Seconda cosa, molto importante: Neymar non è stato pagato dal PSG, ma da un Paese intero dove un emiro ha deciso di fare un regalo al proprio popolo. Ricordate Maradona al Napoli e tutto quello che accadde successivamente? Fu una gioia incredibile per un acquisto storico che definirei mondiale. Ed è proprio quello che è successo oggi con il Qatar, che non sta passando un momento semplicissimo: con Neymar l’emiro ha fatto una cosa geniale, geniale, veramente geniale. Mbappé? certe cifre possono anche starci. Parliamo di un giocatore giovanissimo, ma già molto forte. Non sono invece d’accordo sul prezzo di Dembélé: lo definirei un colpo dettato dal panico. Lui sì, è stato pagato tantissimo. Direi troppo“.

SU POGBA E VERRATTI:

“Pogba ancora il più forte centrocampista al mondo? Senza dubbio, insieme a Verratti è il più forte del mondo. E anche in questo caso ritengo sia incredibile non riuscire ad apprezzare totalmente un calciatore come lui (Verrati, ndr), perché parliamo di uno dei migliori in assoluto. Sarò ripetitivo: solo in Italia succedono delle cose del genere”.

MENTALITA’ ITALIANA:

Siamo lontanissimi dagli altri Paesi, lontanissimi. Qui in Italia si cerca sempre la negatività in tutto, soprattutto con la Nazionale. Non riusciamo a goderci pienamente le cose nemmeno quando vanno bene. Ma attenzione: in questo caso non sto facendo riferimento alla squadra e alla questione tecnica, bensì al movimento in generale. A tutto quello che c’è attorno. Faccio un riferimento chiaro: non siamo nemmeno riusciti a registrare il tutto esaurito in un piccolo stadio come quello di Reggio Emilia. Anche la Svezia, tanto per fare un esempio, è avanti. E questo dice molto“.

 

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI