sabatini

Il mercato dell’Inter è pronto a decollare. Sabatini, nuovo coordinatore tecnico del Jiangsu Suning e dell’Inter, dopo aver trascorso una settimana in Cina per conoscere la squadra e l’ambiente, è rientrato in Italia, dove è stato ospite alla trasmissione “La Signora in Giallorosso“, rivelando notizie di mercato importanti. Ma, prima di tutto, l’ex ds della Roma ha voluto esprimere la sua sull’addio di Totti:

E’ stata un’emozione inaspettata. Era emozionato anche mio figlio che era allo stadio con la sua maglia. Una cosa che ha costituito un dolo per tutti, romanisti, romani e non solo. Molte persone si sono commosse a questo addio al calcio giocato. Emozione forte associata ad una sorta di dolo tecnico perché Totti si porta via le sue giocate, porta via il gioco che non sarà mai replicato da nessuno“.

E sul nuovo staff dirigenziale e, soprattutto, allenatore ha le idee chiare. Ecco anche le sue considerazioni sul nome accostato all’Inter, Rudiger e su Gerson, talento inespresso portato nella capitale proprio da Sabatini.

Spalletti è candidato tra gli altri alla panchina dell’Inter. Massara non ha ancora rinnovato e potrebbe esserci da parte mia un’interesse, è molto capace e ha qualità, ci sto pensando. Rudiger giocatore magnifico, è un giocatore della Roma molto importante ma non saprei dire, c’è tutto un mercato da fare, un allenatore che verrà, potrebbe essere anche lui un candidato. Gerson a Milano? Non lo so, dipende. Schick? Penso sia andato alla Juventus…

Queste le parole significative di Sabatini, pronto a far decollare il mercato nerazzurro, lasciandosi dietro, però, un amore incondizionato verso la Roma. E chissà se proprio questo amore porterà Spalletti e alcuni giocatori della Roma a Milano…

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI