La sinergia Atalanta-Inter non è solamente un fattore calcistico, con la buona riuscita dell’affare Gagliardini, che ha spianato la strada per il connubio Italia-Cina , ma anche economico e soprattutto di amicizia. Si, tra la famiglia Percassi e quella Zhang è nata una vera amicizia, degna di nota. Come vi avevamo riportato tempo fa, il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, aveva dichiarato di voler intraprendere una collaborazione extracalcistica in Cina con Suning. Infatti, in data odierna, il patron orobico è volato a Nanchino, insieme a Steven Zhang per incontrare Zhang Jindong. I due hanno discusso di future cooperazioni tra i due gruppi, che, immaginiamo riguarderanno il mondo della cosmesi, moda e anche food and beverage. Non dimentichiamoci che Suning è attiva non solo sul campo dell’elettronica, che la riguarda da vicino, ma anche in altri settori, come testimoniano le varie partenerships in giro per il mondo, che vanno dal centro benessere, all’automobile, fino alle comunicazioni e al Wrestling. Con Suning, infatti, per la prima volta in Cina si sposterà la WWE. Percassi ha sostenuto che il gruppo Suning riesca a “sollevare il mondo attraverso il calcio“. La visita di amicizia e cortesia è continuata per tutta la mattinata: Percassi ha visitato il negozio di Suning Sports, lo spogliatoio dello Jiangsu Suning e lo store Suning di Nanchino, dichiarando di essere colpito perché “in Europa non esistono concetti di store come questo. Vengono messe in mostra tante cose nuove e tante tecnologie nuove“.

Percassi, inoltre, ha strizzato ancora di più l’occhio a Zhang: “All’inizio c’erano molti dubbi sulla loro operazione, perché in Italia non capivano la Cina e non capivano il gruppo Suning. Ma, attraverso i colloqui e le visite in loco, abbiamo preso sempre più coscienza della loro forza e abbiamo capito che è un’ottima opportunità per tutti. Le imprese cinesi hanno la forza per entrare nel calcio italiano, che offre loro un grande impatto. Suning ha dedicato un sacco di lavoro per la squadra; il loro sostegno finanziario e il loro funzionamento professionale garantiscono un futuro senza limiti all’Inter. Il loro impatto futuro nello sport italiano sarà molto grande. E grazie all’Inter, ora Suning è molto conosciuta in Italia da molti brand italiani ed è considerato un gruppo molto importante, oltre che un partner ideale. Non vediamo l’ora di entrare nello step finale dei nostri negoziati coi dettagli: aver creato questo collegamento col calcio è una cosa molto buona“. Parole che confermano la partenrship tra il colosso Suning e le attività di Antonio Percassi, gestite dalla due holding Odissea S.r.l., che si occupa del settore Fashion Retail, e Stilo Immobiliare Finanziaria S.r.l. che sviluppa grandi progetti commerciali. L’unico dubbio rimane su quale settore le due aziende collaboreranno. Ma quello che trapela è una massima fiducia, che sfocerà a breve in un comunicato ufficiale, in cui verrà annunciato l’accordo tra i due magnate e la loro amicizia verrà resa pubblica e sponsorizzata. Di questa amicizia, inoltre, è testimone il grande  regalo che il vicepresidente dell’Inter, Zanetti, e il figlio di Percassi, Luca, hanno regalato a Steven Zhang, rampollo dei chairman di Nanchino: si tratterebbe del prestigioso il gagliardetto utilizzato durante la finale di Champions League del Bernabeu vinta dall’Inter e la maglia di quella sera. Un regalo che può significare una sola cosa: ritornare ad ambire i massimi livelli. Steven, lusingato dal gesto, ha voluto ringraziarli tramite il suo profilo Instagram:

Insomma, è sbocciata un’amicizia tra le due famiglie Zhang e Percassi, prima ancora di un’intesa economica. Sono queste le favole che piacciono al calcio, piccoli gesti che creano legami indissolubili e, nemmeno a dirlo, fanno bene all’Italia tutta, soprattutto nel millennio della globalizzazione totale. Non tutti i cinesi vengono per nuocere.

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI