È stata chiesta per molto tempo e finalmente è arrivata. In Torino-Fiorentina e Milan-Sassuolo, match di questa giornata di Serie A, debutterà la VAR (Video Assistance Referee). Ma, spiega Brunelli, la sperimentazione del primo sarà offline. “Non ci sarà la possibilità di comunicare con la squadra arbitrale, sono due mondi totalmente diversi”. Il lavoro quindi, prosegue il DG della Serie A, verrà fatto tutto attraverso simulazioni, con il materiale che verrà filmato e refertato per poi passare alla FIFA e all’Università di Bruxelles. “Tra due anni – aggiunge – ci diranno se e come il modello verrà applicato. Se a Milano, Roma, Palermo e Cagliari la VAR sarà in una control room, negli altri stadi d’Italia starà su un pulmino, lo stesso usato dalla società che fornisce la Goal Line Technology”.

Inizia ufficialmente la fase di preparazione a quella che potrebbe essere una nuova era del calcio. È importante specificare, però, che il videoarbitro non sarà affatto un sostitutivo della figura dell’arbitro, ma solo un ulteriore aiuto (come nel caso della GLT che non è andata a sostituire gli arbitri di porta). Siete pronti? Benvenuti nel futuro del calcio.

Nicola Cavagnetto