Titolari:

La Roma rimonta lo svantaggio, ma si arrende ad un gol di Cutrone allo scadere. Questi i voti dei giocatori giallorossi:

Olsen: 5. Lo ”svedese volante” non dà ancora garanzie al reparto difensivo. Sebbene i due gol non siano colpa sua, non dimostra grande sicurezza negli interventi e nelle uscite.

Fazio: 4,5. Il centrale argentino ha entrambi i gol sulla coscienza. Il gol del momentaneo pareggio lo riscatta solo parzialmente.

Manolas: 5,5. Meglio il secondo tempo che il primo. Soffre comunque più del dovuto, dovendo tenere a bada Higuain e compagni.

Marcano: 5,5. Al suo esordio stagionale. Neanche troppo negativo, a dire la verità. Tuttavia, si addormenta sul gol di Kessie. Esce poi per questioni tattiche, ma può fare meglio.

Karsdorp: 6. Sufficienza che tiene conto del fatto che fosse la sua prima partita ufficiale dopo mesi fuori dal campo. Sulla fascia, comunque, l’olandese non ha sfigurato.

De Rossi: 6+. Il migliore dei suoi. La sua grinta, però, non basta a portare a casa il risultato.

N’Zonzi: 6. Autore del suo primo gol in Italia, sperimenta subito la ”grande bellezza” del VAR. Buona prova comunque, ma anche lui potrà dare di più quando sarà in piena condizione.

Kolarov: 5. Male il primo tempo, poco incisivo nel secondo. Forse una staffetta con lo scalpitante Luca Pellegrini potrebbe giovargli.

Schick: 6-. Almeno ci prova. L’unico tiro verso la porta nel primo tempo è il suo. Non fa coppia fissa con Dzeko, ma viene spesso a prendersi il pallone sull’esterno e sulla trequarti.

Pastore: 5-. Ancora poco chiaro il ruolo in cui viene schierato in campo. El Flaco risulta impalpabile oggi, tanto che viene sostituito prima della fine.

Dzeko: 6. Uno dei pochi a salvarsi. Cerca sovente la porta di Donnarumma, ma la mira è da rivedere stasera.

Sostituzioni:

El Shaarawy: 6-. Subentra a Marcano all’inizio del secondo tempo. Tenta di smuovere le acque sulla fascia sinistra giallorossa, ma serve a poco la sua freschezza.

Cristante: s.v. Sostituisce un misterioso Pastore. Entra per dare maggior dinamismo al centrocampo della Roma, però non sortisce l’effetto sperato.

Santon: s.v. Il suo cambio serve a dare riposo a Karsdorp, che evidentemente non riesce ancora a reggere i 90′. Si vede poco e niente, ma vista già la situazione terzini in casa giallorossa, avrà i suoi minuti quest’anno.

 

A cura di Samuel Giuliani