Fonte foto: eurosport

Fonte foto: eurosport

7 presenze in campionato con una sola rete (al Real Madrid, peraltro), 13 in totale con tre segnature e la ”bellezza” di 544 minuti giocati: troppo poco per chi, come Ciro Immobile, insegue la convocazione in Nazionale per Euro2016, e vorrebbe mettersi in mostra, per dimostrare di valere davvero una chance in una delle big europee e convincere Antonio Conte, che ultimamente l’ha (giustamente) escluso dai convocati dell’Italia.

E invece no, lo spazio che servirebbe al napoletano non arriva, complice il ritorno in campo di Llorente, ma anche la preferenza di Emery per Gameiro, e così Immobile sembra essersi definitivamente rassegnato a quello che ormai è un dato di fatto: all’estero, per l’ex Toro, non c’è una maglia da titolare. Era successo al Dortmund, quando Ciro era stato additato dai tifosi come la causa maggiore della pessima classifica del BVB (nonostante i 4 gol in Champions), è successo al Siviglia, dove le presenze da titolare sono state solo 4, di cui due in Copa del Rey (con altrettanti gol al Logroñes): numeri sconfortanti per chi aveva fatto faville con la maglia del Toro e voleva dimostrare di potersela cavare in una big, e così Immobile sembra essere destinato al rientro in Italia già nel mercato di gennaio, per rilanciare la sua carriera e ritrovare la necessaria continuità d’impiego.

Su di lui, stando alle ultime indiscrezioni di mercato, avrebbero messo gli occhi la Roma, che cerca un vice-Dzeko capace anche di spodestare il bosniaco, e l’Udinese, a caccia di un giocatore che completi il reparto e possa affiancare stabilmente Thèrèau, visto che Totò Di Natale si avvicina all’addio al calcio: occhio però anche alle piste che portano alla Sampdoria di Montella, che potrebbe dare ad Immobile un posto da titolare fisso al fianco di Eder e/o Muriel (a seconda del modulo, che potrebbe essere un 4-3-3 o un 4-3-1-2), ed al Napoli, che potrebbe muoversi in caso d’addio di Gabbiadini, e rappresenterebbe una scelta di cuore per Ciro, napoletano e tifoso azzurro.

Il trasferimento, ovviamente, avverrebbe con la formula del prestito, coi club che ”erediterebbero” l’accordo siglato tra il Siviglia ed il Dortmund, e vedremo quali sviluppi avrà lo scenario legato ad Immobile, ormai sempre più proiettato verso il ritorno in patria…