Dopo la pausa per le Nazionali, torna la Premier League! Il dodicesimo turno, ci ha portato ad un altro cambiamento in vetta alla classifica: il pareggio del Liverpool a Southampton permette al Chelsea di Conte di andare in cima alla classifica. Nel big match di giornata, pari tra Arsenal e Manchester United; invece, vincono City e Tottenham, trascinate da due prestazioni straordinarie di  Yaya Touré e Kane. Che sopresa, infine, il Watford di Mazzarri, che si trova a sole 6 lunghezze dall’Europa!

Juan Mata esulta dopo il gol siglato sabato contro l'Arsenal: purtroppo, il suo gol non basterà ai Red Devils per portare a casa i 3 punti.

Juan Mata esulta dopo il gol siglato sabato contro l’Arsenal: purtroppo, il suo gol non basterà ai Red Devils per portare a casa i 3 punti.

Il sabato di Premier, si è aperto con l’attesissimo big match di giornata: all’Old Trafford è andato in scena Manchester United VS Arsenal, match terminato col risultato di 1-1. La partita era molto attesa da entrambe le tifoserie, anche a causa delle solite punzecchiature e provocazioni tra Josè Mourinho e Arsene Wenger. Proprio il portoghese, in settimana, aveva dichiarato: “Io non vinco da 18 mesi, lui da 18 anni.” La partita è stata abbastanza tesa e priva di grandi emozioni: poche occasioni da entrambe le parti, con i Red Devils che hanno cercato di sfruttare le palle lunghe – nonostante l’assenza dello squalificato Ibrahimovic – mentre l’Arsenal, pur esprimendo bel gioco, non è riuscito a creare molte occasioni da gol. Padroni di casa in vantaggio al ’69, grazie a Juan Mata, che, servito da Ander Herrera, insacca alle spalle del portiere con il piattone sinistro. Wenger evita l’ennesima sconfitta contro lo Special One grazie al solito Giroud: al minuto 89, il francese svetta di testa in area dei Diavoli Rossi e insacca alle spalle di De Gea. Un punto tutto sommato buono per i Gunners, mentre per lo United rimane il rammarico del gol subito a pochi istanti dal termine dell’incontro.

Altro pareggio per 1-1, a Goodison Park, tra Everton e Swansea. Gli ospiti passano in vantaggio al ’41, con un rigore trasformato da Gylfi Sigurdsson. I Toffees riescono ad agguantare il pareggio all’ultimo secondo, grazie ad un colpo di testa di Coleman. Altri punti persi per l’Everton, che rischia di perdere il treno per l’Europa.

A Stoke-on-Trent, sconfitta dei padroni di casa dello Stoke City contro il Bournemouth. Al Bet365 Stadium, gli ospiti trovano il vantaggio al minuto 26, quando il 21enne difensore olandese Nathan Ake incorna un pallone che si infila alla spalle del portiere avversario. Rialzano la testa, quindi, le Cherries, che la prossima settimana andranno a Londra per affrontare l’Arsenal.

Il risultato inaspettano di questo turno di Premier, arriva da Southampton: i padroni di casa bloccano il Liverpool sullo 0-0. La squadra di Klopp ha espresso il suo solito gioco emozionante, ma ha dovuto fare i conti con uno straordinario Fraser Foster, che in più occasioni ha negato il gol a Roberto Firmino e compagni. Si ferma, quindi, la fuga in solitaria dei Reds!

Yaya Tourè, 33 anni: l'ivoriano è appena rientrato in rosa e, al debutto stagionale, ha siglato una doppietta.

Yaya Touré, 33 anni: l’ivoriano è appena rientrato in rosa e, al debutto stagionale, ha siglato una doppietta.

Infatti, ne ha approfittato immediatamente il Manchester City di Pep Guardiola, che sconfigge il Crystal Palace e raggiunge i Reds a quota 27 punti. Il protagonista assoluto dell’incontro, è stato l’ivoriano Yaya Touré. Il centrocampista, al centro di numerosi battibecchi con il Pep, al suo debutto stagionale ha portato i Citizens alla vittoria, siglando una doppietta. La prima rete è arrivata al ’39, dopo uno scambio con lo spagnolo Nolito. Nella ripresa, le Eagles trovano il pareggio, con Connor Wickham, che batte il portiere cileno, Claudio Bravo. A una decina di minuti dal termine dell’incontro, è ancora Touré a segnare: servito in area da De Bruyne, non sbaglia e regala 3 punti preziosi alla sua squadra. Vediamo come verrà gestita, ora, la questione con il tecnico spagnolo. Forse i due hanno seppellito l’ascia di guerra? City in ansia per Fernando, che ha dovuto abbandonare il campo a pochi minuti dalla fine per un infortunio. Per il Crystal Palace, invece, siamo alla quinta sconfitta consecutiva, con la zona salvezza si fa sempre più vicina…

La vera sorpresa di questa stagione, però, sembra essere il Watford del nostro Walter Mazzarri: infatti, con la vittoria di oggi contro il Leicester City di Claudio Ranieri, gli Hornets si trovano a ridosso della “Zona Europa“.  A Vicarage Road, la partita si chiude dopo 15 minuti: dopo neanche 60 secondi, i padroni di casa  passano in vantaggio grazie a Etienne Capoue; il raddoppio arriva al ’12, grazie all’ex-Juve Roberto Pereyra. Le Foxes accorciano, poi, le distanze con l’algerino Mahrez, che trasforma un penalty al ’15, per il 2-1 finale. Se per Mazzarri le cose stanno andando molto bene, per Ranieri la situazione è abbastanza difficile: il Leicester non sta facendo il campionato tranquillo che tutti si aspettavano, e bazzica nella metà bassa della classifica.

Non ne vuole sapere di arrendersi, invece, il Sunderland. Infatti, sebbene la squadra di Moyes, dopo le prime giornate, fosse data già per spacciata, ha rifilato un netto 3-0 all’Hull City, diretta concorrente per la lotta salvezza. I Black Cats trovano il vantaggio al ’34 grazie ad un azione personale di Jermain Defoe. L’attaccante 34enne, oggi, ha siglato il suo 150esimo gol in Premier League. Nella ripresa, la squadra di Moyes rimane in dieci per l’espulsione di Papy Djilobodji, ma il match viene chiuso dalla doppietta di Victor Anichebe. E’ tornato a illuminarsi, quindi, lo Stadium of Light, mentre le Tigers subiscono la quinta sconfitta nelle ultime 6 partite.

Harry Kane, 23 anni, esulta dopo aver trasformato il rigore del definitivo 3-2 contro il West Ham: da quando è rientrato due settimane fa, l'Uragano ha gia siglato 3 gol.

Harry Kane, 23 anni, esulta dopo aver trasformato il rigore del definitivo 3-2 contro il West Ham: da quando è rientrato due settimane fa, l’Uragano ha già siglato 3 gol.

Partita spettacolare a White Hart Lane, ricca di emozioni! Il Tottenham si impone 3-2 sul West Ham nel posticipo di sabato sera. La squadra di Pochettino va in svantaggio alla mezz’ora, con Michail Antonio, che, di testa infila alle spalle di Lloris. Gli Hotspurs trovano il pari al minuto 51, con il 20enne Harry Winks, che si fionda in area su un pallone respinto dal portiere. Passa poco più di un quarto d’ora, e Janssen commette un fallo in area di rigore: dal dischetto va l’argentino Lanzini che non sbaglia e riporta in vantaggio gli Hammers. Poi, avviene un enorme cambiamento climatico: su Londra inizia a soffiare un vento potentissimo, che spazza via ogni cosa; è ora che si scateni l’Uragano, Harry Kane. All’89esimo, più veloce della bora di Trieste, l’Hurricane si fionda su un pallone vagante nell’area degli Hammers, anticipando i difensori. Poi, al ’91, trasforma il rigore del definitivo 3-2. Il West Ham scivola sempre più giù, verso la zona salvezza. Il Tottenham, invece, non perde in casa – in campionato – dallo scorso maggio. L’assenza di Kane è stata pesantissima per la squadra londinese, che faticava a segnare. Ora che è tornato, su White Hart Lane ha ricominciato a soffiare un vento tanto potente quanto elegante, che farà gioire i tifosi degli Spurs ancora per tante e tante volte.

Nel posticipo di domenica pomeriggio, il Chelsea di Antonio Conte non si fa scappare la ghiotta occasione, e vince, di misura, a Middlesbrough, guadagnandosi la vetta della classifica. La partita è stata davvero entusiasmante, con tantissime occasioni da ambo le parti: su tutti, Pedro e Negredo, che hanno impegnato più e più volte i rispettivi portieri avversari. Il gol dell’1-0 definitivo, che permette ai Blues di volare in vetta, non poteva che provenire dalla coppia rivitalizzata dalla cura Conte: Eden Hazard-Diego Costa. Al ’41, il belga crossa da corner, la palla arriva in mezzo all’area, dove una serie di rimpalli fra i giocatori dei Boro la fa impennare; a quel punto, come un rapace, arriva l’attaccante spagnolo, che insacca alle spalle del portiere avversario, siglando il suo decimo gol stagionale. Per il Chelsea, siamo alla sesta vittoria consecutiva. Conte deve sfruttare il buon momento di forma dei suoi, per tentare la fuga. Da buon condottiero, sa che il fatto di non giocare le Coppe europee quest’anno può essere un enorme vantaggio per lui e la sua squadra. Per ora, una sola cosa è certa: i Blues, con Conte, sono solo un lontano ricordo della squadra della scorsa stagione e, ora, possono sognare. #ConteTiMetteLeAli

Diego Costa esulta dopo il gol siglato domenica sera: per l'attaccante spagnolo siamo al 10 centro stagionale.

Diego Costa esulta dopo il gol siglato domenica sera: per l’attaccante spagnolo siamo al decimo centro stagionale.

Il dodicesimo turno si conclude con il Monday Night tra West Bromwich Albion e Burnley. Al Hawthorns i padroni di casa schiantano con un netto 4-0 gli ospiti, che non hanno ancora vinto una gara in trasferta. I Baggies chiudono il match già nella prima frazione, grazie alla doppietta di Matt Philips e alla sassata da fuori area di James Morrison. Al ’64, arriva la rete di Josè Rondon, che chiude l’incontro. Dopo 2 mesi, il West Bromwich torna a vincere sul proprio campo, che i tifosi considerano un vero e proprio santuario: infatti, spesso si può sentire la curva intonare l’inno biblico “The Lord’s my shepherd”. Per il Burnley, sconfitta davvero pesante, che complica la classifica.

Nel prossimo turno, il Chelsea cercherà di difendere il primato ospitando, nel derby, il Tottenham. City e Liverpool, invece, affronteranno Burnley e Sunderland. Partite insidiose per Arsenal e Leicester, che affronteranno, rispettivamente, Bournemouth e Middlesbrough. Mourinho, invece, ospiterà con il suo United, un West Ham in caduta libera.

 

Classifica: Chelsea 28 pt.; Liverpool, Manchester City 27 pt.; Arsenal 25 pt.; Tottenham 23 pt.; Everton, Manchester United 19 pt.; Watford 18 pt.; West Bromwich 16 pt.; Bournemouth 15 pt.; Burnley, Southampton 14 pt.; Stoke City 13 pt.; Leicester City 12 pt.; Middlesbrough, Crystal Palace, West Ham 11 pt.; Hull City 10 pt.; Sunderland 8 pt.; Swansea 6 pt.;

 

Per vedere cosa è successo nella scorsa giornata, clicca qui

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI